Riduzione Premio INAIL & Certificazione del SGSL secondo la ISO 45001:18 (Ex 18001)

L’INAIL, con Delibera n. 79/10 del 21 aprile 2010, ha aumentato le percentuali di riduzione del premio INAIL per le organizzazioni che mettono in atto interventi tesi al miglioramento delle condizioni di sicurezza e di igiene nei luoghi di lavoro, proponendo una modifica dell’art. 24 del D.M. del 12 dicembre 2000 (Ministero del lavoro e delle politiche sociali).

L’ente assicurativo nazionale grazie a tale riforma ha sancito una riarticolazione del tasso di sconto, realizzato per agevolare le PMI, che potranno godere di riduzioni, commisurate al numero di lavoratori dipendenti dell’azienda, che possono arrivare fino al 28% del premio INAIL annuale. Queste sono andate a sostituire le precedenti percentuali di sconto del 10% e 5%, incrementando il risparmio per le imprese.

Le imprese per poter beneficiare di tali sgravi fiscali devono certificare di essere in possesso dei requisiti di regolarità contributiva e assicurativa; inoltre, devono aver effettuato nell’anno precedente alla domanda di riduzione, interventi volti al miglioramento delle condizioni di sicurezza attuando le disposizioni del decreto legislativo 81 del 9 aprile 2008 e le sue successive integrazioni.

Il riferimento più autorevole (citato anche dall’art 30 del D.lgs 81/08 e s.m.i.) contemplato come opportunità per usufruire di tali agevolazioni, è la certificazione secondo la ISO 45001:18 (Ex 18001) il cui costo, alla luce di tale incentivazione, nella gran parte dei casi sarà inferiore al risparmio che si otterrà grazie alla riduzione del premio INAIL.

Lavoratori

Fino a 10

Da 11  a 50

Da 51 a 200

Oltre 200

Riduzione

28%

18%

10%

5%

Simulazioni

·  Un’azienda di trasporti con 9 dipendenti con attività di autista  che paga un premio annuo di circa € 10.000, ottiene uno sconto del  28% pari ad € 2800 annui.

·  Un’azienda del terziario (es. raccolta RSU), con 105 dip., di cui 10 lavoratori addetti agli uffici e 95 operai, che paga € 110.000 ottiene uno sconto del  10% pari a circa € 11000 (annui).

·  Un’azienda edile con 10 operai che paga un premio annuo di circa € 20.000 ottiene uno sconto del  18% pari ad € 3.600 annui.

Inoltre il D.Lgs. 231 prevede sanzioni pesantissime a carico delle società, che possono incorrere anche nella sospensione temporanea delle attività o addirittura nella interdizione definitiva.

L’art.lo 30 del Testo Unico riconosce l’idoneità del Sistema di Gestione definito in base alla ISO 45001:18 (Ex 18001), come esimente per la responsabilità amministrativa delle persone giuridiche e delle società. Ciò significa che in caso di infortunio grave il giudice contesterà al Datore di Lavoro i reati previsti dal codice penale, ma non contesterà all’impresa quelli previsti dal D.Lgs. 231.

Di conseguenza, oggi, la ISO 45001:18 (Ex 18001) consente di rappresentare una testimonianza dell’impegno e dell’attenzione del datore di lavoro verso la sicurezza dei propri lavoratori,  da far valere anche in sede legale, con un investimento abbondantemente compensato dal risparmio dei costi assicurativi.

CERTIFICAZIONE ISO 45001:18 (Ex 18001)

 

LO STANDARD

La Occupational Health and Safety Assessment Series stabilisce i requisiti necessari per l’implementazione di un Sistema di Gestione della salute e della sicurezza che consenta ad un’ Organizzazione di controllare i propri rischi e di migliorare il livello di salute e sicurezza sul lavoro.

 

I DESTINATARI

La ISO 45001:18 è una norma generica progettata per essere applicabile ad Organizzazioni di tutti i settori e di tutte le dimensioni.

 

LA CERTIFICAZIONE

La certificazione attesta nei confronti di tutte le parti interessate (clienti, istituzioni, banche, cittadini, consumatori, ecc.) che l’Organizzazione opera in conformità ai requisiti stabiliti nello standard di riferimento. Essa, pertanto, rappresenta un elemento di garanzia spendibile nei confronti di terzi.

 

LA PROCEDURA

Il processo di certificazione è condotto secondo fasi definite e coerenti con gli obblighi derivanti dal rispetto delle normative e dei regolamenti tecnici applicabili.

 

I VANTAGGI DELLA CERTIFICAZIONE

La certificazione consente di ottenere i seguenti vantaggi:

  • Valutazione conformità legislativa sulla sicurezza della propria organizzazione, certificata da ente terzo indipendente
  • Sistema di gestione in grado di tenere sotto controllo gli adempimenti in materia di sicurezza
  • Possibilità di attivare un sistema di deleghe interne per disimpegnare il datore di lavoro e sgravarlo di alcune responsabilità;
  • Maggiori opportunità di concorrere in aste pubbliche e maggiori chance di aggiudicazione;
  • Riduzione del premio assicurativo inail;
  • Possibilità di offrire maggiori garanzie ai clienti in merito alla capacità dell’organizzazione di rispettare la legislazione vigente in materia di sicurezza;
  • Dare evidenza dell’ attenzione dell’ organizzazione sulle tematiche della sicurezza sui luoghi di lavoro;
  • Possesso di un requisito utilizzato dalle maggiori aziende internazionali per qualificare i propri fornitori;
  • Motivare e coinvolgere il personale attraverso la soddisfazione delle aspettative di miglioramento;
  • Referenza riconosciuta in tutto il mondo.

SANZIONI

Sanzioni previste per l’impresa dal D.Lgs.231/2001 e dal D.Lgs. 81/2008:

Sanzioni pecuniarie: la sanzione pecuniaria decisa dal giudice in caso di violazione, va da un minimo di circa 250.000 € fino a circa 1.500.000 €. Non è ammesso il pagamento in misura ridotta.

Sanzioni interdittive: risultano essere l’interdizione dall’esercizio dell’attività, la sospensione o la revoca delle autorizzazioni, licenze o concessioni funzionali alla commissione dell’illecito, il divieto di contrattare con la Pubblica Amministrazione (salvo che per ottenere le prestazioni di un pubblico servizio), l’esclusione da agevolazioni, finanziamenti, contributi o sussidi e l’eventuale revoca di quelli già concessi, il divieto di pubblicizzare beni o servizi.

Confisca: può essere disposta l’interdizione definitiva dell’esercizio delle attività se l’ente ha tratto dal reato un profitto di rilevante entità ed è già stato condannato almeno tre volte negli ultimi sette anni all’interdizione temporanea all’attività, in questo caso viene disposta la liquidazione coatta dell’impresa e l’eventuale confisca dei relativi beni.

Per maggiori informazioni sugli interventi finanziabili, consultare o scaricare l’allegato.

Consulenza al bando

Certiform S.r.l.s. si occupa di consulenza completa del bando INAIL, a partire dalla prima fase di analisi del progetto e invio domanda di contributo, per poi passare al clickday (supportati da circa 1000 cliccatori adeguatamente formati ed allenati attraverso la piattaforma informatica presente sul nostro sito https://www.clickinail.it/) e infine alla rendicontazione. Con il bando inail del 2019 sono stati finanziati progetti per conto dei nostri clienti per oltre Euro 4.000.000 su tutto il territorio nazionale.

Si fa presente che il nostro servizio è salvo buon fine click day (se la pratica non dovesse passare al click day il cliente non sostiene alcuna spesa) e inizia con la stipula di un contratto di consulenza.

Contattaci