Febbraio 17, 2018

Riduzione del rischio da movimentazione manuale dei carichi (MMC)

Articolo aggiornato il 03/05/2021 alle ore 10:57

Bando INAIL 2021 per Finanziamento degli investimenti per riduzione del rischio da movimentazione manuale dei carichi (MMC)

Con il Bando inail 2021, L’istituto ha deciso di evidenziare e scorporare il fattore di rischio per i lavoratori derivante dalla movimentazione manuale dei carichi (MMC).

Il finanziamento interesserà tutte le aziende che vorranno acquistare ex novo un macchinario che ridurrà la ciclicità di alcuni movimenti dei lavoratori comportando per loro un elevato rischio biomeccanico.

  1. Spese ammissibili a finanziamento

Sono ammissibili a finanziamento:

  1. le spese di progetto;
  2. le spese tecniche

L’importo totale del progetto è finanziabile nella misura del 65% fino a un contributo massimo erogabile di 130.000 euro.

Nel caso di acquisto di macchine e attrezzature, le spese ammissibili per l’acquisto devono essere calcolate, al netto dell’IVA, con riferimento ai preventivi presentati e, comunque, nei limiti dell’80% del prezzo di listino di ciascuna macchina/presidio.

Le spese tecniche e assimilabili sono finanziabili entro la percentuale massima del 10% rispetto ai costi di cui al precedente punto A, con un importo massimo complessivo di 10.000 euro, ad eccezione del mero acquisto di macchine per il quale la percentuale massima ammissibile è pari al 5% rispetto ai costi di cui al precedente punto A, con un importo massimo complessivo di 5.000 euro.

Ferme restando le condizioni di cui sopra, l’importo massimo concedibile per la perizia asseverata è pari a 1.850 euro.

  1. Tipologie di intervento ammissibili

Sono ammissibili a finanziamento esclusivamente i progetti di eliminazione e/o riduzione del rischio derivante dalla movimentazione manuale dei carichi che comportano rischi di patologie da sovraccarico biomeccanico per i lavoratori:

A: progetti che migliorano le modalità di movimentazione dei pazienti mediante:

  • la modifica delle strutture murarie volte ad ampliare le aree di ingresso e gli spazi di manovra e/o
  • l’acquisto dei seguenti dispositivi medici e/o dei relativi accessori che consentono di spostare più facilmente il paziente riducendo le Sollecitazioni meccaniche per il rachide dell’operatore:
  • SOSTITUZIONE DI LETTI DI DEGENZA
  • attrezzature idonei al sollevamento di pazienti e cinture ergonomiche
  • teli ad alto scorrimento e tavole di scorrimento
  • assi in materiale rigido e dischi girevoli
  • carrozzine
  • ausili specifici per grandi obesi

 

B: Progetti di riduzione del rischio legato ad attività di sollevamento e abbassamento e di traino e spinta di carichi – progetti di riduzione del rischio dovuto alla movimentazione manuale svolta come attività di sollevamento e abbassamento di materiali, da realizzarsi mediante l’acquisto dei seguenti tipi di macchine:

  • manipolatori, robot e robot collaborativi aventi un carico massimo di utilizzazione non superiore a 500 kg
  • piattaforme aventi un carico massimo di utilizzazione non superiore a 500 kg
  • carrelli aventi un carico massimo di utilizzazione non superiore a 2000 kg
  • argani, paranchi, sistemi di gru leggere/gru a struttura limitata e gru caricatrici aventi un carico massimo di utilizzazione non superiore a 500kg
  • sistemi automatici di alimentazione

C: Riduzione del rischio legato ad attività di movimentazione di bassi carichi ad alta frequenza – progetti di riduzione del rischio mediante l’automazione completa o parziale di operazioni del ciclo produttivo che richiedono la movimentazione di bassi carichi ad alta frequenza

 

Il fattore di rischio relativo alla Tipologia di intervento deve essere coerente con lattività aziendale di cui alla voce di tariffa selezionata nella domanda e deve essere riscontrabile nel documento di valutazione dei rischio della movimentazione manuale dei pazienti, che deve essere effettuata esclusivamente secondo i metodi e le norme tecniche della serie ISO 11228 (parti 1- 2-3) e nei Technical report ISO/TR 12295 e ISO/TR 12296.

Il miglioramento delle condizioni di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro dovrà risultare da una valutazione del rischio atteso dopo lintervento, contenuta in una relazione tecnica di progetto firmata, redatta seguendo la medesima metodologia utilizzata per la valutazione del rischio ante intervento.

Per i progetti che comportano l’acquisto di dispositivi medici, questi devono essere non usati e conformi al d.lgs. 46/1997 (attuazione della direttiva 93/42/CEE e s.m.i.) art. 1 comma 2 lettere a), b), e d) oppure conformi alla nuova legislazione comunitaria (regolamento (UE) 2017/745) se vigente in materia alla data di immissione sul mercato del dispositivo medico.

Per i progetti che comportano l’acquisto di macchine queste devono essere non usate e conformi alla Direttiva macchine 2006/42/CE, recepita in Italia dal d.lgs. 17/2010, limitatamente a quelle comprese nella definizione di cui all’art. 2, comma 2 lettera a).

Consulenza al bando

Certiform S.r.l.s. si occupa di consulenza completa del bando INAIL, a partire dalla prima fase di analisi del progetto e invio domanda di contributo, per poi passare al clickday (supportati da circa 1000 cliccatori adeguatamente formati ed allenati attraverso la piattaforma informatica presente sul nostro sito https://www.clickinail.it/) e infine alla rendicontazione. Con il bando inail del 2019 sono stati finanziati progetti per conto dei nostri clienti per oltre Euro 4.000.000 su tutto il territorio nazionale.

Si fa presente che il nostro servizio è salvo buon fine click day (se la pratica non dovesse passare al click day il cliente non sostiene alcuna spesa) e inizia con la stipula di un contratto di consulenza.

Per maggiori informazioni sugli interventi finanziabili e i diversi parametri o punteggi dei fattori di rischio, consultare o scaricare l’allegato.

Contattaci