Bando Inail 2020/2021 – come funzionano i contributi INAIL per le imprese

Articolo aggiornato il 22/06/2021 alle ore 03:49

Anche quest’anno come negli anni precedenti l’Inail, l’Istituto Nazionale Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro, ha pubblicato il bando ISI Inail per il finanziamento delle imprese che vogliono migliorare in termini di sicurezza e sostenibilità ambientale dell’impresa e di maggior sicurezza dei dipendenti.

Obbiettivi del bando Inail 2020/2021

Negli anni precedenti sono moltissime le imprese che grazie ai finanziamenti a fondo perduto del bando ISI Inail hanno potuto rinnovare il proprio parco mezzi con macchine più efficienti sotto il profilo del risparmio energetico e del rispetto dell’ambiente, ed altre che hanno migliorato i propri processi produttivi rendendo l’ambiente di lavoro più sicuro e salubre per i propri dipendenti.

L’obbiettivo del bando Inail 2021, che in realtà è il bando inail 2020, perché l’anno di pubblicazione è il 2020, è quello di erogare contributi a fondo perduto con il fine di incentivare:

  • Le imprese a realizzare progetti per il miglioramento delle condizioni di salute dei dipendenti e della sicurezza dei luoghi di lavoro;
  • Le microimprese e le piccole imprese operanti nel settore pesca e fabbricazione di mobili ad acquistare nuovi macchinari ed attrezzature allo scopo di abbattere le emissioni inquinanti, ridurre la rumorosità delle macchine, diminuire il rischio infortunistico o il pericolo legato all’esecuzione di lavori manuali;

La tutela dei lavoratori è uno dei principali aspetti su cui si fonda l’operato dell’Inail, che va dallo studio delle situazioni di rischio, agli interventi di prevenzione ai fini del miglioramento della sicurezza negli ambienti di lavoro, al finanziamento alle imprese che investono in sicurezza.

L’altro aspetto su cui si concentra l’Inail con il bando inail 2020/2021 è quello del miglioramento dell’ambiente attraverso l’ammodernamento del parco mezzi delle imprese oppure con il finanziamento di progetti per la bonifica dei luoghi di lavoro dall’amianto.

Fondi stanziati per il bando Inail

A questo scopo l’Inail ha stanziato un fondo a copertura dei contributi che raggiunge l’ammontare di euro 369.726.206 i quali saranno distribuiti fra 5 assi di investimento:

  • Bando Isi Inail Investimenti, con 182.308.344 di euro divisi in 180.308.344 di euro per i progetti di investimento e 2 milioni di euro per i progetti di responsabilità sociale;
  • Bando Isi Inail Tematica, con 45 milioni di euro stanziati per progetti volti alla riduzione del rischio da movimentazione manuale di carichi (MMC);
  • Bando Isi Inail Amianto, con lo stanziamento di 97.417.862 di euro per i progetti di rimozione di materiali contenenti amianto;
  • Bando Isi Inail Micro e Piccole Imprese,con 10 milioni di euro per i progetti per microimprese e piccole imprese operanti in alcuni specifici settori di attività;

I contributi verranno erogati fino all’esaurimento dei fondi stanziati.

Contributi ottenibili con la partecipazione al bando

I contributi che si possono ottenere dipendono dall’asse di investimento a cui l’impresa decide di partecipare.

Nello specifico è possibile ottenere:

  • per gli Assi 1, 1.2 e 3, ovvero per gli assi generalista, tematica e amianto, un contributo a fondo perduto che copre fino al 65% dell’importo delle spese ammissibili, mentre il contributo massimo erogabile è di 130.000 euro e quello minimo di 5.000 euro. Per le aziende fino a 50 dipendenti che presentano progetti per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale non c’è un limite minimo di finanziamento;
  • Per le richieste di contributi relativo all’asse 4, ovvero per le piccole e micro imprese operanti in specifici settori di attività (pesca e fabbricazione mobili), un contributo a fondo perduto che arriva fino al 65% dell’importo delle spese sostenute e che saranno ritenute ammissibili dall’Inail. Il finanziamento massimo che si può ottenere è pari a 50.000 euro ed quello minimo di 2.000 euro;

Chi può ottenere i contributi ISI Inail

Possono ottenere i contributi a fondo perduto le imprese, anche le ditte individuali, che si trovano in tutta Italia purchè siano regolarmente iscritte al registro delle imprese o all’albo delle imprese artigiane e siano in dei requisiti previsti dal bando.

Come partecipare al Bando Inail e aggiudicarsi il contributo

Per aggiudicarvi il contributo non dovrete fare altro che contattarci: noi cureremo tutte le fasi che vanno dalla presentazione della domanda fino all’erogazione del contributo.

Le fasi infatti sono diverse, di seguito le elencheremo brevemente.

La prima fase consiste appunto nella presentazione della domanda, che può essere effettuata esclusivamente online. In questa fase, dopo aver ricevuto il vostro mandato, ci occupiamo di effettuare l’accesso alla procedura online e di compilare la domanda. In questa fase ci occupiamo anche di produrre e inviare all’Inail tutti i documenti a corredo della richiesta. Se tutti i documenti sono in regola l’Inail assegna all’azienda un codice identificativo con il quale si identifica univocamente l’azienda.

La seconda fase invece è quella del Click Day che viene effettuato ad un’ora specifica di un dato giorno, comunicato in anticipo dall’Inail. Il click day è una procedura di immissione dati online con la quale l’Inail determina le graduatorie di assegnazione dei contributi, e quindi gli aventi diritto e non. Questa procedura consiste nell’inserimento del codice identificativo e nella risoluzione di un semplice quesito: dopo aver inviato i dati verrà misurato il tempo, ed in base al tempo di invio verranno stilate le graduatorie fino ad esaurimento dei fondi disponibili. Il fattore tempo è quindi determinante: solo persone allenate riescono ad impiegare un tempo molto breve, diciamo sotto i 5 secondi. Noi di Certiform disponiamo di centinaia di cliccatori allenati proprio a questo scopo: è per questo che le nostre percentuali di superamento del click day sono superiori all’85%.

La terza fase è invece quella che segue il superamento del click day: il nostro team di esperti valuterà la corretta predisposizione dei documenti previsti dal bando, fornirà supporto per le comunicazioni e i rapporti con la sede Inail di zona, per la richiesta di fideiussione in caso di richiesta di anticipo del 50% del contributo e per la gestione dei pagamenti e per i documenti necessari alla rendicontazione finale dell’investimento e del contributo.

6 thoughts on “Bando Inail 2020/2021 – come funzionano i contributi INAIL per le imprese

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.